La Federazione dei Circoli Sardi in Svizzera, mossa da un profondo interesse per le sorti dell’economia sarda in un periodo cosi delicato e difficile, ha promosso tale progetto al fine di scuotere e riattivare le aziende e le attività sarde grazie a un collegamento diretto tra la Sardegna e le realtà svizzere.

Dunque, attraverso il finanziamento dell’ Assessorato del lavoro, ci sarà la possibilità di fruire di consulenze di professionisti esperti nella consulenza legale e commerciale per l’ implementazione del business sia a livello elvetico che a livello internazionale, usufruendo di canali esistenti grazie all’associazionismo sardo nel mondo.

L’obiettivo principale è quello di creare una vetrina per le aziende e imprese sarde, rendere i loro prodotti e servizi raggiungibili agli interessati e accrescere in questo modo la produttività.

Altro scopo prefisso è quello di riuscire a creare un’interlocuzione bilaterale facendo della Sardegna un centro di attrazione per investitori e possibili partnership estere.

Le strategie saranno convogliate in ogni direzione, sia per una crescita dei singoli operatori, sia per una valorizzazione del territorio sardo nell’accezione delle sue tipicità e delle sue capacità.

Le conseguenze logiche a queste premesse sono ciò a cui maggiormente si auspica, ovvero ad una maggiore produttività e sviluppo dell’economia sarda, non ultima l’aumento dell’occupazione.